Crasnich: “Creiamo una rete di imprese pronta a dare una possibilità ai giovani per evitare la fuga dei cervelli”

rete di imprese crasnich

Il CEO di Overlog propone la creazione di una rete di imprese disponibili a dare una possibilità ai giovani.

Una rete di imprese pronte a non lasciarsi sfuggire i giovani promettenti che vogliono lavorare in regione. È questa la proposta di Marco Crasnich, CEO di Overlog, azienda con core business nello sviluppo di software evoluti per magazzini.

“Un elenco di aziende disponibili a dare una possibilità ai giovani, preparati che preferirebbero altrimenti andarsene dal territorio regionale, dove non vedono opportunità. Questo significa, stilare un elenco di realtà d’impresa in grado i mettere a disposizione dei nostri ragazzi sfide lavorative stimolanti per giovani, in cerca della propria realizzazione professionale. Penso che le opportunità ci sono. Si tratta di metterle a sistema e farlo sapere”.

È il concetto espresso da Crasnich, a capo di una azienda tecnologica sempre alla ricerca di figure professionali esperte nel digitale, da inserire nel team di lavoro.

“Stimoli e opportunità: mancano solo questi aspetti ai nostri giovani che escono dalle università regionali, preparati, ed in grado di accettare molte delle sfide che le nostre imprese riescono a mettere sul piatto.

L’occupazione giovanile è fonte di preoccupazione non solo perché non c’è lavoro: ma perché mancano le possibilità sfidanti, ed incalzanti per i giovani talentuosi che credono nella loro realizzazione. Il messaggio dovrebbe essere: prima di andartene dalla tua terra, guarda che opportunità esistono per te. E magari sfruttale, prima di tentare altri percorsi. Oppure: formati all’estero, poi torna da noi”

“Sembra sempre che l’erba del vicino sia più verde, mi riferisco alle possibilità che altre regioni, o la baricentrica Milano, può offrire ad un giovane. Ma le sfide professionali le si possono cercare e trovare anche “a casa”, o dove tornare, quando si è fatta esperienza o ci si è formati all’estero. Invito quindi, anche altri, che come intravedono questo network come una possibilità di sfruttare questo momento in cui la pandemia ci ha insegnato che il lavoro lo si può fare ovunque. Essenziale è che quel lavoro piaccia e crei stimoli in chi lo conduce”

Si ringrazia:

TiLancio
Nordest24
UdineToday

Condividi:

Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su facebook
Facebook